Stili di vita

Trova un modo per continuare ad emozionarti

Se penso ad una della cose più belle e affascinanti della nostra vita mi vengono in mente le emozioni. Si tratta di sensazioni più o meno positive che invadono la nostra esistenza, ci guidano e ci fanno sentire vivi. Non si sa da dove provengano, non rappresentano qualcosa di fisico, ma sono in grado di cambiare la nostra vita radicalmente. Proviamo emozioni ogni giorno, che siano legate a eventi felici o tristi della nostra vita. Ma potremmo affermare con certezza di essere vivi se non esistessero?

Quando c’è qualcosa che non va e la vita ci porta ad affrontare ostacoli o sfide, tendiamo a provare emozioni negative, di rabbia, tristezza, negatività, mancanza di fiducia e così via. Ci sembra che la nostra vita non possa andare peggio e non riusciamo a trovare una via d’uscita. Ci abbattiamo e pensiamo di mollare tutto nascondendoci dietro alla nostra stessa ombra. Ma poi la nostra forza di volontà ci porta ad affrontare anche i problemi che sembrano essere insormontabili e alla fine ne usciamo più forti di prima e con tanta voglia di fare. C’è una frase che cerco di tenere sempre a mente quando vedo tutto negativo: “Ciò che non ti uccide ti fortifica”. Non mi ricordo esattamente dove l’ho sentita ma mi aiuta a rimanere sulla strada giusta e a non lasciarmi abbattere dalla negatività di un momento. Ogni giorno, mese, anno, la vita ci impone delle sfide che fanno parte della nostra esistenza e ci dimostrano che dobbiamo lottare per arrivare a realizzarci come persone. Non possiamo evitare i problemi ma piuttosto possiamo trovare un modo per affrontarli nel miglior modo possibile, con lo scopo di imparare e crescere anche nella difficoltà. Circa tre mesi fa ho perso mio nonno Giulio, una persona straordinaria e fondamentale per me. Ho sempre avuto paura di questo momento, fin da quando ero piccola e quando è arrivato ho sofferto come mai prima d’ora. Mi sono disperata e ho pianto fino a non avere più una lacrima. Sentivo letteralmente il cuore a pezzi e provavo un dolore fisico oltre che mentale. L’unica cosa che mi sta salvando è il fatto che mio nonno, anche nei suoi ultimi istanti di vita mi ha insegnato che la vita va vissuta fino all’ultimo istante, con dignità e con la consapevolezza che su questa terra siamo tutti provvisori. Ha saputo insegnarmi come affrontare una grande sfida come quella di perdere una persona senza la quale non sappiamo come continuare a vivere e io gliene sarò sempre grata. Questo per dire che anche nella negatività di ciò che ci accade, possiamo (anzi dobbiamo) sempre trovare un modo per andare avanti. Imparare traendo sempre qualcosa di positivo, cercando di raccogliere le forze che ci restano per non scivolare verso il baratro della tristezza e per non perdere mai noi stessi.

Al contrario, quando siamo felici la nostra mente è inebriata, ubriaca di sensazioni che ci fanno sentire sereni e in pace con noi stessi. Il nostro corpo ne beneficia e ci trasmette positività. Ecco perché quando siamo appagati riusciamo a vedere tutto da una prospettiva più limpida e oggettiva. Riusciamo a sentirci più leggeri e sollevati e trasmettiamo la nostre sensazioni anche alle persone che stanno al nostro fianco. E’ una catena e più riusciamo ad ampliarla, più ci sentiamo bene. Per quanto mi riguarda, le più belle emozioni che ho provato nella mia vita derivano dalle bellezze della natura e dai viaggi che ho avuto la fortuna di fare. Sono arrivata a emozionarmi e a sentirmi parte di un tramonto o di un paesaggio che stavo ammirando specialmente accanto ad una persona che per me rappresenta molto. Le sensazioni che ho provato davanti alla natura e ai luoghi che ho visitato sono impagabili e indescrivibili. Solo chi le ha provate davvero può capire. Si tratta di sentirsi parte del mondo con ogni singola cellula del nostro corpo, sentire che non potrebbe esserci niente di più bello di quel momento e non vorremmo mai che ci fosse una fine. E’ come un droga, nel senso positivo del termine, perché queste emozioni fanno davvero bene al nostro corpo e alla nostra mente e vorremmo provarle sempre. Ci sentiamo in pace con noi stessi, liberi e senza limiti, svincolati dalla realtà in cui viviamo. E’ come se vivessimo un momento di pura gioia in comunione con il mondo che abitiamo. Questo per me significa felicità allo stato puro, ma è solo la mia personale esperienza.

Che ci emozioniamo davanti ad un tramonto, ad un bambino, al mare, alla montagna, al lavoro o a casa nostra, l’importante è cercare sempre di provare queste sensazioni. Dobbiamo cercare di non lasciarci intrappolare della routine delle nostre vite ma di avere sempre in mente ciò che più conta per noi e portarlo a compimento. Non si vive per gli altri, ma per sé stessi e per realizzare i nostri desideri e le nostre passioni. Trova ciò che ti fa stare bene e ti fa emozionare e inseguilo fino ad averlo nelle tue mani. Qualunque battaglia stai combattendo, trova il tempo per te, per continuare ad emozionarti e lasciati travolgere da questo magnifico viaggio che prende il nome di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.