Australia 25/11/19,  I miei viaggi

Perchè non ci prendiamo un anno di tempo solo per noi?

Sono passate poco più di due settimane da quando è iniziato il nostro viaggio in Australia, terra selvaggia e inesplorata. Un cambio completo di prospettiva e di vita. Un nuovo percorso iniziato per gioco, come sempre. “Perchè non ci prendiamo un anno di tempo solo per noi?”. Da qui è partito tutto. Il desiderio di partire si faceva giorno dopo giorno sempre più grande fino a quando non è stato più possibile ignorarlo. Poca burocrazia e qualche documento da preparare. Visto, biglietto aereo, patente internazionale, valigia e via.

La cosa più importante per partire è la motivazione. Un forte desiderio di cambiamento, dentro e fuori. La necessità di una svolta radicale. Lontano dale proprie certezze e dalla propria quotidinaità.

Due settimane che sono volate in un batter d’occhio. Un sogno che si avvera, un viaggio tanto desiderato e fantasticato. Poche responsabilità e molti itinerari da pianificare.

Siamo arrivati con poche certezze ma con la voglia di vivere al massimo questo paese e le opportunità che può riservare. E fino ad ora le nostra aspettative non sono state deluse. Anzi l’Australia regali grandi emozioni e dovunque si respira un’aria di positività e spensieratezza. Saranno i paesaggi sconfinati, la brezza perenne o il cielo limpido ma sembra di vivere in una dimensione surreale. Un paese in grado di capovolgere le aspettative e le convinzioni.

In due settimane posso già affermare che ne vale la pena.

Vale la pena di mollare tutto per partire, fortificarsi, studiare una nuova lingua, imparare a cavarsela da soli, vivere con sconosciuti, adattarsi ad una realtà completamente diversa, fare lavori mai svolti prima, assaporare la vera libertà. Una libertà che sa tanto di felicità.

Ma siamo solo al’inizio.

Un anno è ancora lungo e chissà quante altre avventure ci riserverà questa magnifica terra…

Margherita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.