Australia 25/11/19,  I miei viaggi

Una chiacchierata per cambiarti la vita

Lo capisci quando stai vivendo qualcosa che cambierà la tua vita. Senti un’emozione nascere dalla pancia. Qualcosa che non puoi evitare. Rimani imbambolato e stupito come se fossi un bambino che ha appena messo piede nel mondo.

Una chiacchierata.

Per alcuni può sembrare una sciocchezza, per altri invece è semplicemente una rivoluzione interiore. Qualcosa che è in grado di smuovere i pensieri mutandoli senza che neanche lo immaginassi.

Oggi mi sono sentita così.

Erano quasi le 3.30 e si avvicinava il momento di andare a casa. La mia giornata lavorativa stava per volgere al termine ed ero davvero felice.

Incontro un signore di una certa età, precisamente 82 anni. Uno di quelli che amo chiamare “i miei vecchietti preferiti” e ci mettiamo a parlare.

Seduti su una panchina della casa di riposo in cui lavoro come se fossimo due amici di vecchia data. Il sole che cala e il giardino deserto di fronte a noi.

Lui mi racconta della sua vita, una storia che ho sentito tante volte ma questa volta è diversa. Mi racconta delle sue emozioni e tira fuori tutti i sentimenti che ha nel cuore.

Mi racconta di quando si è trasferito in Australia per amore. Sua moglie era triste in Italia perché tutta la sua famiglia era emigrata in Australia. Lui non aveva alcuna intenzione di cambiare vita ma per la sua amata avrebbe fatto di tutto, anche andare in capo al mondo. E così è stato. Un viaggio in nave durato intere settimane per ricominciare da capo.

Mi racconta di sua moglie. La più grande storia d’amore della sua vita. Si conoscevano da quando sono nati in. Destinati a stare insieme. Un amore d’altri tempi. Unico e senza sotterfugi o secondi fini. Puro e trasparente come non se ne vedono più.

Nei suoi occhi tutta l’emozione che si trasforma in lacrime di gioia nel ricordo della sua amata. Una vita costruita insieme, un legame indissolubile.

Tanti progetti tra cui quello di viaggiare dopo aver sistemato i figli. Due anni in Australia e uno in Italia. Questo si erano ripromessi poco prima di andare in pensione. Per godersi finalmente la vita. Visitare i Paesi che hanno caratterizzato tutta la loro esistenza sarebbe stata una gioia immensa.

Ma il destino ci mette sempre lo zampino. La moglie comincia a non stare bene. Tumore al cervello è la diagnosi. Lui si spinge oltre oceano per tentare il tutto e per tutto. Ancora una volta va in capo al mondo per lei. Più precisamente a Los Angeles, dove tentano una cura sperimentale. Niente da fare, solo sofferenza in più. Pochi mesi dopo la scomparsa di lei.

Una storia triste ma piena di amore. Vedere un signore di 82 anni emozionarsi così dopo parecchio tempo fa riflettere. Quando qualcuno ti mette il cuore in mano lo senti e cerchi di custodirlo come se fosse il tuo.

Mai mi sarei aspettata di trarre insegnamenti simili lavorando in una casa di riposo.

La vita è davvero imprevedibile e in un attimo tutto è ridimensionato. Tutto è di nuovo cambiato. Una lotta continua contro l’imprevedibilità.

Ancora una volta tutto torna. Tutto è chiaro adesso come lo era allora. A volte ci possono essere dei dubbi, dei ripensamenti. Ma poi arriva qualcosa che ti rimette in carreggiata. Che ti fa capire che sì, vale davvero la pena. Le sfide fanno parte della vita e valgono davvero il prezzo del biglietto se lo scopo è quello di raggiungere un sogno.

Grazie Vincenzo, oggi mi hai ricordato che la nostra esistenza è così preziosa che non bisognerebbe mai darla per scontata vivendo ogni singolo unico attimo.

Lo ricorderò per sempre

Margherita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.